http://francescadafnevignaga.blogspot.it/

http://francescadafnevignaga.blogspot.it/

Questa settimana post breve breve perché mercoledì sarà alla Biblioteca Oriano Tassinari alle ore 18 per parlare di pedagogia e fiabe. L’incontro è riservato ad un pubblico adulto.

Il mio intervento si chiama “I bambini piuma d’oro”: il titolo fa riferimento ad una fiaba di Luigi Capuana in cui una reginotta, viziata e capricciosa, viene punita amaramente da un’anziana maga che la condanna a rimanere senza peso. La bambina cresce ma pesa meno di una piuma e rischia sempre di volare via.

Le petit poucet - Rebecca Dautremer

Le petit poucet – Rebecca Dautremer

Chi sono i bambini piuma d’oro? Sono i bambini condannati a non crescere, a restare eternamente senza peso, quindi inconsistenti come si è inconsistenti quando non si possiede un’identità, una personalità. Piuma d’oro è una bambina viziata: in che cosa differisce un bambino viziato da un bambino vessato? Il bambino vessato stimola empatia. Il bambino viziato provoca invece antipatia. Ma sono entrambi vittime dell’incapacità, da parte dell’adulto, di una comprensione profonda. Un bambino senza limiti è un bambino sofferente. I genitori devono dare delle regole perché senza regole si vive male. Allo stesso modo l’ottusità e l’intransigenza nel dare le regole è negativa. Ancor di più se, come dice Bianca Pitzorno nel libro “Storia delle mie Storie”, quelle stesse regole vengono infrante dagli stessi genitori un secondo dopo che vengono impartite. 

Questo è un breve passo che anticipa ciò di cui parlerò nel corso di questa conferenza.

Vi aspetto!